Un Saluto a Claudio

PDFStampaE-mail

Ultimo saluto a Claudio da parte del Coordinatore della Misericordia di Montalto di Castro .

 

claudio_x_fortunatoCiao Claudio, l’ultima volta che sono venuto a trovarti a casa, alcuni gironi indietro, proprio in un momento in cui il dolore della tua malattia non riusciva a farti aprire gli occhi, nel salutarti, prima di lasciarti, hai leggermente aperto gli occhi, hai accennato un piccolo sorriso e mi hai stretto fortemente la mano; in quel momento, pur non dicendo nulla a Stefania, ho capito che sarebbe stato l’ultimo saluto e purtroppo così è stato. Abbiamo condiviso per moltissimi anni il nostro servizio alla Misericordia, 36 tu e 30 io,; insieme, tu prima come Vice Governatore, poi come Governatore ed io quale Coordinatore ed amministratore. Insieme a tutti i volontari e volontarie siamo riusciti a far crescere in tutti i sensi la nostra Confraternita; abbiamo avuto, come in tutte le associazioni succede, dei contrasti, poi sempre risolti, ma questi sono serviti a gestire sempre meglio sia il personale che la Confraternita stessa, portandola a livelli abbastanza alti con riconoscimenti da parte di tutti, in modo particolare dalla popolazione tutta di Montalto. Fino all’ultimo momento il tuo pensiero è stato per la Misericordia; ricordo che pur nella sofferenza, accompagnato da Stefania, gli ultimi giorni di luglio ed i primi di agosto sei voluto andare di persona a verificare e coordinare i vari servizi che la Misericordia era impegnata nell’assistenza agli spettacoli a Marina e quando poi non sei più riuscito ad andare di persona volevi essere sempre messo al corrente di chi andava e come era poi andato.

Oggi, in questa Chiesa dove abbiamo celebrato sempre tutte le nostre attività spirituali, ci sono tutti a salutarti: i volontari e volontarie della nostra Misericordia, le rappresentanze delle Misericordie del Lazio con i propri volontari di cui tu eri Coordinatore di zona e membro del Consiglio di Federazione Lazio, le autorità, la gente comune di Montalto che ti ha conosciuto e stimato. La presenza di tutta questa gente ha naturalmente un significato: sei stato una persona stimata da tutti per il tuo altruismo, un amico di tutti ed in modo particolare per i più bisognosi. Per non parlare poi delle centinaia e centinaia di messaggi arrivati da tutta Italia sulla nostra pagina Facebook e sul tuo cellulare.

Un pensiero particolare mi sento in dovere di rivolgere a Stefania, tua moglie, che ti è sempre stata vicina assistendoti 24 ore su 24, i tuoi figli Andrea e Serena che hanno condiviso con te il tuo dolore, tua sorella Sabrina, i tuoi genitori Marianna ed Orlando, straziati dal dolore di questo momento, ma, pieni di gratitudine per come hai vissuto la vita che loro ti hanno donato.

Ora vorrei terminare questo mio saluto con San Paolo che dice:

E’ il momento di iniziare il mio ultimo viaggio. Ho combattuto la buona battaglia, sono arrivato al termine della mia corsa ed ho conservato la fede. Ora mi aspetta il premio della vittoria: il Signore, che è Giudice giusto, mi consegnerà la corona di uomo giusto

Sono sicuro che questo avverrà. Ora però dal Cielo ti chiedo, anzi noi tutti della Misericordia di Montalto ti chiediamo: continua ad aiutarci a proseguire il nostro servizio verso i più bisognosi; di aiuto proprio in questo momento ne abbiamo molto bisogno.

La Madonna della Vittoria da noi qui venerata e spesso portata insieme a spalla nella ricorrenza della festa, sicuramente ti avrà già preso tra le sue braccia materne per accompagnarti di fronte a Dio nostro Padre.

Non un addio ma un arrivederci.

Ciao Claudio e “CHE IDDIO TE NE RENDA MERITO”

 

Fortunato

Powered by

Infolabio